Le proposte di legge sull’energia, sulla legislazione anticorruzione, sulla riforma della pubblica amministrazione, della polizia e del settore dei media sono tra le conquiste dell’associazione dei deputati dei vari gruppi parlamentari “EuroOttimisti”

Le proposte di legge sull’energia, sulla legislazione anticorruzione, sulla riforma della pubblica amministrazione, della polizia e del settore dei media sono tra le conquiste dell’associazione dei deputati dei vari gruppi parlamentari “EuroOttimisti”
21 dicembre 2015.

Kyiv, il 21 dicembre 2015. Nel corso dei primi nove mesi della sua attività, l’associazione «EuroOttimisti» in cooperazione con le ONG e le comunità di esperti hanno sviluppato e  agito come lobby a favore dell’adozione di leggi rivoluzionarie in vari settori. I parlamentari hanno tenuto una serie di incontri pubblici, hanno stabilito contatti con i diplomatici e hanno facilitato il processo decisionale a favore dell’Ucraina sulla scena internazionale. I parlamentari considerano come un risultato simbolico che gli «EuroOttimisti» siano riusciti a diventare un modello efficace di associazione di varie forze politiche per il bene di principi comuni, le cui attività non sono influenzate dagli interessi delle grandi imprese. “Per avere successo nel XXI secolo, dobbiamo agire per il risultato comune. In caso contrario, né l’Ucraina né noi raggiungeremo un’alta qualità di vita”, ha detto il parlamentare Oleksiy Mushak, (fazione “Il Blocco di Petro Poroshenko”),  membro degli “EuroOttimisti”, durante la presentazione della loro relazione alla conferenza stampa presso l’Ukraine Crisis Media Center.

“Siamo stati i co-autori di una serie di progetti di legge rivoluzionari e abbiamo continuato le riforme avviate dalle diverse ONG e dai centri di informazioni e di analisi nel corso degli ultimi decenni”, ha detto Svitlana Zalishchuk, parlamentare (fazione “Il Blocco di Petro Poroshenko”),  coordinatore degli «EuroOttimisti». L’attività legislativa è stata effettuata in quasi tutti i settori. I progetti di legge sulla riforma del settore energetico, sul servizio civile, sulla polizia nazionale e sull’attuazione della legislazione anticorruzione sono diventatii più clamorosi. Nel settore energetico, i risultati più importanti sono stati la legge “Sulla trasparenza nelle industrie estrattive”, la legge “Sulle fonti di energia rinnovabile” e “Sul mercato del gas naturale”, che contiene anche le raccomandazioni degli “EuroOttimisti”. Secondo Oleksiy Ryabchyn, parlamentare (fazione “Batkivshchyna”),  membro degli  “EuroOttimisti”,tutte queste leggi privano notevolmente il settore energetico di monopoli e oligarchia.

Quest’anno è stato decisivo nella lotta contro la corruzione grazie all’adozione della legge “Sulla prevenzione della corruzione politica”, che prevede il finanziamento dei partiti politici dal bilancio dello stato. “Sarà fatto solo in cambio di una totale trasparenza dei partiti politici. Quei partiti che possono riferire in merito alle loro spese e alle entrate nel rispetto della legge, saranno finanziati  dal bilancio statale e non dipenderanno da oligarchi”, ha detto Serhiy Leshchenko, parlamentare (fazione “Blocco di Petro Poroshenko”), membro degli “EuroOttimisti”, uno tra gli ideologi del progetto di legge.

“Inoltre, la legge “Sulla trasparenza dei registri di stato” è molto importante. La trasparenza dei registri consente ai giornalisti di ottenere liberamente le informazioni sui dipendenti statali durante le loro indagini e così denunciare la corruzione in modo efficace. La legge “Sulla pubblica amministrazione” è diventata anche una conquista rivoluzionaria”, ha aggiunto lui. “Ora i funzionari pubblici di ogni grado di tutte le regioni d’Ucraina saranno nominati sulla base di un concorso pubblico”, ha detto Alyona Shkrum,  parlamentare  (fazione “Batkivshyna”),  membro degli  “EuroOttimisti”. I membri dell’associazione hanno osservato che tutti i progetti di legge sono stati elaborati in stretta collaborazione con il settore pubblico. Inoltre, sono state organizzate una serie di tavole di dialogo,  i dibattiti con gli esperti  e riunioni di sensibilizzazione e di informazione, in particolare, per quanto riguarda la riforma del decentramento.

Un’importante area cui prestare attenzione per gli “EuroOttimisti” era l’attività diplomatica tramite gli organi rappresentativi delle varie organizzazioni internazionali, come l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, l’OSCE, l’Unione interparlamentare, il Comitato politico dell’Assemblea parlamentare della NATO, la Comunità dell’energia e il Forumeconomico mondiale di Davos. Secondo i politici, mediante riunioni si è potuto stabilire un “sistema di contatti personali al più alto livello” per facilitare il processo decisionale a favore dell’Ucraina.

Nel 2016, i membri degli “EuroOttimisti” hanno intenzione di lavorare sulle riforme fondamentali previste  dall’accordo di coalizione e di associazione  con l’UE. Le principali aree di lavoro includono la lotta contro la corruzione, la riforma elettorale e la legge sul referendum, lo sviluppo del mercato azionario, la riforma fiscale, la continuazione della riforma della pubblica amministrazione, del settore energetico e del sistema di applicazione della legge.

Condividi sui social network

Twitter