Rassegna della stampa ucraina dal 25 al 31 ottobre 2016

La situazione nell’est dell’Ucariana dove si svolgono azioni belliche. Durante la settimana passata la siuazione si è aggravata. Sono stati registrati 361 colpi da parte di gruppi armati filorussi, che hanno causato la morte di un militare ucraino e feriti altri 35 militari. Secondo quanto è stato comunicato dal centro stampa dell’Operazione anti-terrorismo, la situazione nella direzione di  Mariupol rimane la più grave nelle ultime due settimane. In quella e nella zona di Luhansk si utilizzano le armi di calibro pesante. (notizie in inglese).

Il numero di militanti e di soldati russi nel Donbas. Il rappresentante della Direzione del servizio informazioni del Ministero della Difesa dell’Ucraina Vadym Skybytskyi ha dichiarato che l’intelligence ucraina aveva registrato la presenza di 35 mila militanti e di 6000 militari di carriera russi nei territori del Donbas, non controllati dal governo.

OSCE: il trasferimento delle forze dalla Russia. La SMM dell’OSCE ha registarto il trasferimento dai territori della Russia di truppe e di armi verso le regioni di Donetsk e di Luhansk non controllate dal governo ucraino. Questa informazione è stata dichiarata Daniel Bayer, l’ambasciatore degli Stati Uniti presso OSCE, in una riunione del Consiglio dell’OSCE.

Trasferimento di un altro stabilimento requisito nella zona non controllata. Il leader dell’autoproclamata “DRP” Oleksand Zakharchenko ha ordinato ai gruppi armati illegali di effettuare in un prossimo futuro lo smantellamento degli impianti del consorzio  chimico “Stirol” a Gorlovka, una delle più grandi imprese nella regione di Donetsk. Si prevede di trasportare il 90% delle apparecchiature e dell’infrastuttura del consorzio in Russia come rottami. “Stirol“, proprietario del quale è un uomo d’affari di nome Dmitry Firtash, aveva 14 mila dipendenti prima che la Russia avviasse le azioni militari nell’Ucraina orientale. Secondo i media locali, nel luglio 2016, l’azienda contava 4000 dipendenti e a settembre circa 2000.

Еdichiarazioni degli ufficiali ucraini

Alla fine del termine prescritto (00:00 30/10/2016) gli ufficiali ucraini hanno inviato 103,046 dichiazioni annuali nel Registro statale di dichiarazioni. Tutte le dichiarazioni sono disponibili al pubblico sul sito web dell’Agenzia nazionale per prevenire alla corruzione. Ricordiamo che il sistema per le dichiarazioni elettroniche è stato lanciato in Ucraina il 1 settembre del 2016. I funzionari statali hanno avuto 60 giorni per compilare i moduli. Il rifiuto di dichiarare o eventuali dichiarazioni tardive sono considerati un reato penale.

La dichiarazione elettronica pubblica dovrebbe avvicinare l’Ucraina agli standard europei anti-corruzione.

Il Presidente Petro Poroshenko ha dichiarato cinque terreni, una casa e tre appartamenti. Nei conti bancari il presidente dispone di 540 mila UAH, 26,3 milioni dollari USA, 14,400 euro, oltre a 60 mila dollari e 900 mila UAH in contanti. Il Presidente ha dichiarato di possedere azioni e più di 100 aziende in Ucraina, Russia, Polonia, Spagna, Paesi Bassi, Cipro, e nelle Isole Virgini britanniche. Ha dichiarato di avere anche diverse auto.

Il Primo ministro ha dichiarato una macchina, due terreni, due case, oltre a 870,000 dollari, 460,000 euro e 2,28 milioni hryvnia in contanti. Insieme alla moglie possiede orologi preziosi e diversi conti bancari.

Alcune dichiarazioni sono notevoli. Ad esempio, il deputato parlamentare Serghii Melnichiuk, del gruppo ‘Volia naroda’ (Volontà del popolo) ha dichiarato di avere un trilione di hryvnia in contanti. Anatoliy Matviyenko, vice capo della fazione “Block Poroshenko”, ha dichiarato una chiesa. Matviyenko è stato superato da Andrii Lozovyi, deputato della fazione di Oleg Lyashko, che ha dichiarato collezione di vini e quadri, orologi, mobili del XIX secolo e … reliquie di santi.

Nestor Shufrych, il deputato della fazione “Blocco d’opposizione”, ha colpito per aver dichiarato di possedere una collezione di armi da fuoco di 156 pezzi e una collezione di armi da taglio composta da 568 pezzi. Yuriy Boiko, co-presidente della fazione “Blocco d’opposizione”, è uno dei quei pochi che possegono denaro in rubli russi. Boris Filatov, sindaco di città Dniepr, oltre ai soliti ogetti di lusso ha dichiarato un elicottero e un biglietto, acquisito nel 2009, per un volo nello spazio suborbitale.

Secondo i calcoli preliminari, tutti i deputati hanno dichiarato quasi 10 miliardi di UAH. Circa il 70% di tale somma è in contanti. Data la grande quantità di denaro indicata nelle dichiarazioni dei funzionari statali, in rete è comparsa una calcolatrice per calcolare il peso e definire lo spazio necessario per custodire le grandi quantità di denaro dichiarate al di fuori le banche.

Economia: investimenti, la cooperazione con le aziende francesi e l’aumento dello stipendio minimo

L’operatore ucraino per il traspporto del gasUkrtransgaz“, l’azienda Engie (Francia) e la sua azienda controllata in Ucraina “Engie Energy Management Ukraine” hanno firmato contratti per il trasporto e lo stoccaggio del gas naturale. Tali accordi consentono all’Engie di fornire indipendetamente il gas naturale in Ucraina con la possibilità di venderlo direttamente a commercianti e consumatori ucraini.

Secondo quanto riportato dal servizio stampa del Ministero dello sviluppo economico e del commercio, gli scambi commerciali tra l’Ucraina e la Francia nei primi 8 mesi del 2016 sono aumentati del 38.75% rispetto al 2015 e sono pari $ 1183,4 milioni di dollari.

Nella regione di Zhytomyr (villaggio Oliyivka) è stata aperta un’impresa a investimenti stranieri “Kromberg and Schubert Ucraina“, che produrrà apparecchiature elettriche ed ottiche. Gli investimenti sono stati pari a 30 milioni di euro. La produzione dello stabilimento viene fornita ai produttori di auto come Audi, Volkswagen, Porsche, ecc. L’azienda impiega circa 2.000 persone (foto).

Il 26 ottobre, in una riunine del Consiglio dei Ministri, il primo ministro ucraino Vladimir Groysman ha dichiarato che nel 2017 lo stipendio minimo nel Paese dovrebbe essere pari a 3200 UAH. Nel 2016, lo stipendio minimo è stato 1600 UAH, cioè a metà del nuovo dichiarato da Groysman. Tali dichiarazioni hanno suscitato opinioni controverse da parte degli esperti. Tale aumento non è stato previsto dal bilancio dello stato e potrebbe causare effetti inflattivi. La maggior parte degli esperti ritengono questa dichiarazione di stampo populista.

Cultura: sviluppo del nuovo cinema ucraino, decentralizzazione dell’arte visiva

I giovani registi ucraini hanno mostrato l’alto livello professionale nella competizione nazionale presso il Festival internazionale del cinema di Kyiv Molodist, svoltosi l’ultima settimana dell’ottobre. I corti prodotti nel 2015-2016, spesso finanzianti dagli stessi registi e basati sui problemi sociali più gravi, permettono di affermare come il nuovo cinema ucraino si stia sviluppando. Così, i film di finzione “Il chiodo” di Filip Sotnychenko, “Il sangue” di Valeria Sochyvets, “Senza di te” di Nariman Aliyev utilizzano un nuovo linguaggio cinematografico.“L’incontro” di Zhanna Ozirna e “Il monte nero” di Taras Dron, esempi di sucesso della decentralizzazione nella produzione cinematografica, – sono stati creati con il sostegno del gruppo Wiz-Art basato a Lviv. I documentari “Persi” di Svitlana Shymko e “Laggiù è silenzioso” di Ksenia Marchenko e l’animazione “I ritratti di biciclette” di Sashko Danylenko contribuiscono alla varietà dei generi del concorso.

Una grande mostra di raccolta dell’arte visiva ucraina “Kylym. Gi artisti ucraini contemporanei” è in corso a Kharkiv. I venti artisti ucraini che partecipano al progetto interpretano motivi della tradizione ucraina nel contesto contemporaneo. Usano pittura, scultura, installazioni e video-arte come strumenti di ricerca. Il progetto è stato avviato a Carpazie ed è già stato esposto a Lviv. La mostra a Kharkiv marca la conclusione del forum culturale “PohranCult: GalitsiaCult”, che ha come scopo avviare e stabilire un dialogo tra le diverse regioni dell’Ucraina.

La nostra selezione dai media in inglese

I reportage

«Che cosa è rimasto di un villaggio nella «zona grigia»?Ukraine Today

«Savchenko nella Russia per la prima volta dopo la sua liberazione»KyivPost

«Е-dichiarazioni. I problemi»Ukraine Today

«La Federazione Russa non è stata rieletta nel Consiglio per i diritti umani dell’ONU»Ukraine Today

«Un visitatore non voluto: Putin ha visitato la Crimea. Le cinque tesi del suo discorso»Ukraine Today

«Aggravamenti in Donbas: militanti hanno raddoppiato il numeri di spari»Ukraine Today

«Il documentario «Mustafa» su Mustafa Dzhemilev al festival del cinema «Molodist»Ukraine Today

Interviste

“L’ucisione di Motorola è stata ordinata da Putin» – l’intervista a Andrii Piontkovskyi, politilogo russo, Ukraine Today

«Il ritorno dei milioni rubati» – l’intervista del Hromadske International a Daria Kalenuyk, direttrice del  Centro per la lotta alla corruzione

«Gli aspetti giuridici della querra in Donbas» – l’intervista del Hromadske International a Mykola Gnatovskyi, esperto del diritto umanitario

 «I quattro del ‘Formato Normandia’ mantengono in vita la finzione chiamata ‘Accordi di Minsk’» – l’intervista del Hromadske International allo storico tedesco, Jan Claas Behrends

«Come l’Ucraina combatte per le elezioni oneste nei territori occupati»l’intervista del Hromadske International a Olga Ayvazovska, rappresentante dell’Ucraina nel sottogruppo politico del Gruppo triraterale di contatto di Minsk

Analisi

«Igor Kolomoyskyi»KyivPost, progetto OligarchWatch

Condividi sui social network

Twitter