Kyiv
,

L’azienda ucraina POLYTEDA CLOUD ha vinto finanziamento del programma dell’Unione europea ‘Horizon 2020’

Kyiv, il 07 dicembre 2016.

L’azienda technologica ucraina POLYTEDA CLOUD ha vinto il bando di finanziamento del progetto europeo Horizon 2020 per lo sviluppo del progetto ‘Physical Verification (PV) Сloud’. «POLYTEDA CLOUD riceverà € 1.220.000 dalla Commissione europea per un progetto di due anni. Questo è il primo e unico successo del genere dell’Ucraina”, ha dichiarato Svyatoslav Svyatnenko, direttore dello sviluppo del business aziendale del Borsch Ventures, nel corso di una conferenza stampa presso l’Ucraine Crisis Media Center. “Durante il progetto abbiamo intenzione di sviluppare e di perfezionare il prodotto PowerDRC/LVS in un ambiente cloud, proponendo un modello innovativo”, ha aggiunto Oleksandr Hrudanov, direttore del POLYTEDA CLOUD. PV Cloud permetterebbe di migliorare la competitività dell’industria europea di microelettronica.

Il progetto mira alle fabbriche di semiconduttori e ai modellatori finali di circuiti integrati. «PowerDRC/LVS è un prodotto di nicchia unico per l’automatizzazione di progettazione di circuiti integrati. Risolviamo il problema della verifica fisica, che è la fase finale della progettazione di circuiti integrati e che precede lancio in produzione”, ha riferito Oleksandr Hrudanov. In altre parole, Power DRC/LVS aiuta a verificare nella fase finale se il nuovo microcircuito funzionerà bene. “Questa è una fase molto importante. Il costo di un errore potrebbe essere di centinaia milioni di dollari, come è successo con il tristemente noto Samsung Galaxy S-7”, ha enfatizzato Yevgen Utkin, presidente del KM Core e capo del Borsch Ventures.

Secondo gli sviluppatori, attualmente Physical Verification (PV) Сloud è il prodotto più veloce e più preciso al mondo, rispetto ai propri concorrenti. È stato anche sviluppato un linguaggio di scripting unico che permette ai consumatori di definire in modo flessibile le regole di verifica, senzalimiti alla loro complessità. I clienti pagherebbero solo il tempo trascorso nel cloud, invece di pagare per una licenza annuale come accadeva precedentemente.

Yevgen Utkin ha sottolineato che questo è uno dei pochi esempi di creazione in Ucraina di un prodotto per il mercato globale. La maggior parte dei creatori e degli esperti del POLYTEDA CLOUD sono i laureati dell’Università politecnica di Kyiv.

L’obiettivo finale del progetto è quello di raccogliere un set completo di software per l’intero processo di sviluppo di circuiti integrati. “Questo renderebbe possibilie la creazione di un’azienda che potrà competere a livello globale”, ha sottolineato Oleksandr Hrudanov. Ha aggiunto che altre aziende IT, volendo, possano aderire al progetto.

Gli sviluppatori del progetto hanno riportato che pianificano di avviare collaborazioni con università ucraine specializzate e di lanciare i progetti IT in suppoeto all’agricoltura, alla sicurezza, etc. Collaboreranno anche con diversi partner della Silicon Valley negli Stati Uniti.

Svyatoslav Svyatnenko ha enfatizzato che il programma ‘Horizon 2020’ è una grande “finestra di opportunità” per le start-up con un potenziale globale. La prima fase prevede il finanziamento di circa 50 mila euro, seguita da una seconda con un valore da mezzo milione a 2,5 milioni di euro. Tuttavia, i partecipanti dall’Ucraina sono molto pochi: negli ultimi 3 anni le aziende ucraine sono riuscite a ottenere solo 10 milioni di euro, mentre le imprese europee centinaia di milioni di euro. “Incoraggiamo ad approfittare di questa iniziativa in quanto è uno dei pochi strumenti reali […] che permette di competere per il finanziamento e di vincere in una competizione onesta”, ha sottolineato Svyatnenko. Inoltre ha ricordato che Borsch Ventures aiuta le aziende ad entrare nel mercato, ad ottenere analisi del business e a cercare i finanziamenti anche attraverso ‘Horizon 2020’ e che, dunque, per un consiglio, si possono rivolgere a loro.

Condividi sui social network

Вконтакте Twitter