Kyiv
,

Rassegna della stampa ucraina dal 4 aprile al 10 aprile 2017

Rassegna della stampa ucraina dal 4 aprile al 10 aprile 2017

Situazione nella zona di combattimenti  

La situazione nella zona dei combattimenti rimane complicata, nonostante si osservi una debole diminuzione dei bombardamenti da parte dei militanti.

OSCE Alexander Hug, il primo vice capo della Missione speciale di monitoraggio OSCE in Ucraina, ha riportato che gli osservatori della missione stanno costatando che dal primo aprile la quantità di bombardamenti nel Donbas è diminuita del 20%. Secondo Hug, è diminuita sostanzialmente la quantità dei colpi di mortaio e dei carri armati. Gli osservatori dell’OSCE inoltre hanno notato una riduzione dell’uso di armamenti vietati.

Lo scambio dei prigionieri. I militanti hanno confermato i luoghi di permanenza di solo 50 ostaggi dei 121 in loro possesso. La parte ucraina conosce i luoghi di permanenza di 70 di questi ostaggi, fra di loro ci sono sia civili che militari. La situazione è stata riportata da Iryna Geraschenko, la rappresentante dell’Ucraina nel sottogruppo di lavoro per i problemi umanitari del Gruppo Trilaterale di Contatto.

Ricordiamo, che i militanti hanno chiesto di liberare 600 persone, fra cui coloro che non c’entrano niente con conflitto sul Donbas ed anche quelli che non vogliono partecipare al processo dello scambio dei prigionieri.  

La vita nella “DPR” e “LPR”

Aziende occupate di Akhmetov. Le aziende dell’oligarca Akhmetov hanno cessato i rapporti di lavoro con i lavoratori nei territori non controllati dal governo ucraino. Dal 16 marzo 2017 la società holding “Metinvest” ha interrotto i rapporti con tutti i collaboratori delle aziende, che sono rimaste sul territorio temporaneamente fuori controllo del Governo ucraino delle regioni di Donetsk e Luhansk. Secondo i dati dell’ufficio stampa di Metinvest, dei più di 20 mila collaboratori delle aziende situate nel territorio fuori controllo, hanno accettato di lavorare presso altre filiali dell’azienda soltanto circa 400 persone.

I festeggiamenti “dell’anniversario” della “LPR”. Тre anni fa, il 6 aprile 2014, a Luhansk venne occupato il Dipartimento dei Servizi della Sicurezza locali, dove il giorno successivo cominciò una diretta video per dimostrare l’esigenza dello svolgimento di referendum per la seccessione. Oggi, alcuni dei “funzionari” della “LPR” hanno deciso che la presa dell’edificio dei Servizi della sicurezza regionale sarà ricordata come la data della creazione della “Repubblica Popolare di Luhansk”.

Molti degli organizzatori di quegli eventi sono stati in seguito eliminati. Valeri Bolotov, primo dirigente della “LPR”, morto il 27 gennaio 2017 a seguito di un attacco cardiaco in un appartamento a Mosca, potrebbe essere stato avvelenato. Hennady Tzypkalov, uno degli organizzatori della presa dell’edificio dei Servizi di Sicurezza “primo vice ministro” della “LPR”, è stato detenuto con l’accusa di aver tentato un colpo di “Stato” nella stessa “LPR”. Il 24 agosto 2016 è stato poi trovato impiccato nella camera di sicurezza del carcere giudiziario a Luhansk nel quale era rinchiuso. Olexiy Kariakin, “ex-speaker” del “Parlamento” della “LPR” e alleato di Tzypkalov, ha dichiarato che il suicidio di Tzypkalov era tutta una messa in scena.

Mobilitazione forzata nella “DPR”.  I militanti della cosiddetta  “DPR” non permettono agli uomini di uscire del territorio occupato senza il certificato rilasciato dal “Commissariato militare” locale, che conferma l’iscrizione nel “registro militare”. Questo fa sì che esista perciò una mobilitazione forzata nella “DPR”. Secondo il gruppo locale «Debaltzevo online», questo certificato viene richiesto sia in uscita verso la Russia sia quando la persona vuole recarsi nel territorio controllato dall’Ucraina.

I gestori del gruppo online scrivono, che dopo le cosiddette “radunate militari” le quali durano normalmente un giorno e a cui partecipano gli studenti ed impiegati statali fra i 18 – 55 anni,  gli invasori della “DPR” hanno l’intenzione di costringere le persone a partecipare ad ulteriori “esercitazioni” forzate nelle trincee.

Poroshenko ha dichiarato l’appoggio delle operazioni degli USA in Siria

Il Presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko ha dichiarаto che l’Ucraina ha appoggiato l’attacco missilistico degli Stati Uniti d’America alla base aerea in Siria che ha avuto luogo in risposta all’uso di armi chimiche. L’ufficio stampa del Presidente ha riportato che Poroshenko ha avuto un colloquio telefonico con il Vice Presidente degli Stati Uniti Mike Pence. Nel comunicato si sottolinea inoltre che “Petro Poroshenko ha espresso pieno appoggio alle operazioni degli Stati Uniti per prevenire ulteriori crimini del regime di Bashar Assad contro la popolazione civile in Siria”.

Il Ministero degli Affari Esteri dell’Ucraina ha dichiarato che il supporto dell’attacco missilistico sulla base aerea in Siria in risposta all’uso di arma chimica. La parte ucraina sottolinea che qualsiasi impiego di arma chimica o di armi di sterminio di massa sono violazioni del diritto internazionale e militare e che quindi i colpevoli devono essere rinviati a giudizio.

Le azioni degli USA sono stati appoggiate anche da Gran Bretagna, Germania, Francia ed Unione Europea mentre hanno ricevuto critiche da Russia, Siria e Iran.

Le dimissioni del Capo della Banca Nazionale dell’Ucraina: che cosa bisogna sapere?

Lunedi 10 aprile il Capo della Banca Nazionale dell’Ucraina Valeria Hontareva ha presentato le proprie dimissioni, che saranno valide dal 10 maggio 2017. La Hontareva ha inoltre espresso la speranza che il suo successore possa essere una figura indipendente politicamente.

Dimissioni anticipate  In conformità con la Costituzione, il Capo della Banca Nazionale dell’Ucraina viene nominato dalla Verkhovna Rada, il Parlamento ucraino, su indicazione del Presidente per un periodo di 7 anni. La Verkhovna Rada aveva nominato la Hontareva il 19 giugno 2014. Perché quindi sono state presentate queste dimissioni anticipate?  Secondo la versione di Hontareva stessa, la ormai ex presidente  lascerebbe l’incarico di propria volontà, dopo aver svolto la missione ed iniziato un processo di riforme nella Banca Nazionale dell’Ucraina

Investigazioni dell’Agenzia Nazionale di Anticorruzione dell’Ucraina (NABU). Le dimissioni di Hontareva potrebbero essere collegate con le investigazioni della NAВU contro i dirigenti della Banca Nazionale. Mercoledi, 29 marzo, gli investigatori della NABU hanno perquisito gli uffici della Banca nazionale. Queste perquisizioni, come ha comunicato il Capo della NABU Artem Sytnyk, riguardavano i dirigenti della Banca Nazionale. Le indagini si sono svolte in merito a fatti di abuso di potere dei funzionari della Banca Nazionale negli interessi di organismi terzi, come le banche commerciali. Inoltre, sono stati esaminati dati riguardanti il rifinanziamento di molti milioni da parte della banca Nazionale.

Gli investigatori della NABU hanno scoperto versamenti enormi tramite mezzi finanziari all’estero, che sono stati stanziati per il rifinanziamento di banche commerciali. La somma totale dei danni causati da tali azioni può ammontare a miliardi. Gli esperti stanno costatando che Valeria Hontareva è alleata ed amica personale del Presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko, perciò le eventuali conseguenze del suo arresto e le relative sanzioni penali avranno impatto sulla presidenza stessa.

Crimea: il prezzo di tournée degli artisti russi in Crimea

Il divieto per Yulia Samoylova, cantante selezionata dalla Russia per partecipare ad “Eurovision” a Kyiv, potrebbe non essere unico.

La radio ”Krym.Realii” ha fatto una ricerca dalla quale risulta che il divieto d’ingresso in Ucraina agli artisti russi, che hanno violato la legislazione ucraina, viaggiando in Crimea direttamente dalla Russia, ha avuto luogo negli ultimi tre anni. Dopo l’annessione della Crimea, in Ucraina non sono riusciti ad entrare 140 persone circa. Durante questo periodo, i Servizi di Sicurezza dell’Ucraina hanno fatto un’eccezione sola per la cantante Natasha Koroleva, la cui nonna era morta in Ucraina.

Il produttore teatrale russo Evgeniy Polovchenia ha comunicato, che durante l’anno gli artisti russi più famosi possono perdere fino a 80 mila dollari a causa di divieti simili. 

Il tranche nuovo e Memorandum da FMI: che cosa è prioritario?

La settimana scorsa l’Ucraina finalmente ha ricevuto la quarta tranche dal Credito del Fondo Monetario Internazionale. Questo ha dato possibilità al Governo ed al Presidente di stendere un rapporto sull’andamento positivo delle riforme in Ucraina. Questa tranche rappresenta quindi piuttosto una sfida che l’efficacia delle riforme. Nel nuovo memorandum sono stati indicati chiaramente gli obblighi del Governo riguardante le modifiche.

Il testo completo a disposizione al pubblico: Governo e Parlamento devono decidere per la riforma delle pensioni, monetizzazione dei sussidi e autorizzazione per la vendita dei terreni. Tutti questi argomenti sono però molto sentiti e la loro riforma sta provocando l’irritazione dei cittadini. La politica ovviamente sta approfittando di ciò. 

Cultura: fondata l’Accademia ucraina del cinema, istituito il premio cinematografico nazionale

I professionisti ucraini del cinema si sono riuniti nell’Accademia ucraina del Cinema. La fondazione dell’Accademia del cinema è stata organizzata a seguito del Festival Internazionale del Cinema di Odesa. Lo scopo dell’Unione è quella di unire  gli esponenti dell’industria e contribuire allo sviluppo della produzione del cinema dentro il paese, oltre che al successo del cinema ucraino in campo internazionale. L’Accademia del cinema ha iniziato le sue iniziative a inizio 2017. Uno dei primi eventi è stata la consegna il 20 aprile del premio del Cinema Nazionale ”Zolota Dzyga” (Trottola d’oro). ll nome del premio è dovuto al nome del regista sovietico Dziga Vertov, autore del famoso “Lyudina s Kinoaparatom” (“L’uomo con la macchina da presa”) – un classico per la cinematografia mondiale e girato in Ucraina. “Dzygha d’oro” è costituito da 14 nomine, tra cui miglior regista, miglior attore, miglior attrice, miglior film a soggetto, miglior documentario e miglior film d’animazione.

Lo sport: serata della boxe ucraina negli USA

Il 9 aprile i pugili ucraini Olexandr Usyk, Olexandr Gvozdyk e Vasyl Lomachenko hanno ottenuto convincenti vittorie sul ring della città americana di Maryland. Gvozdyk e Lomachenko hanno finito i loro combattimenti in anticipo (con tre e nove round rispettivamente) mentre Usyk ha combattuto tutti i 12 round.  Nonostante questo, la sua vittoria è stata ottenuta in scioltezza con decisione unanime dei giudici ed ha superato completamente l’avversario.

I pugili ucraini hanno così difeso un’altra volta le rispettive cinture di campione – Lomachenko – quella di   WBO dei pesi medio leggeri ed Usyk quella di WBO nei pesi massimi.  Inoltre, Usyk ha un record aperto di 12 vittorie.

“Hackathon-2017: squadra di Forze Armate dell’Ucraina migliore fra gli esperti IT

Sei rappresentanti dell’unità militare C4ISR Ukraine del Centro delle Forze Armate dell’Ucraina hanno vinto le competizione “Enterprise Architecture Hackathon-2017” che ha premiato i migliori esperti IT della NATO. Gli ucraini hanno ottenuto i primi posti  in due categorie: coding e UN challenge. L’Ucraina ha partecipato a queste competizioni per la prima volta. Tra l’altro, la squadra ucraina era l’unica di un Paese – partner della NATO e unica dove ha partecipato anche una donna. Inoltre, la squadra ucraina era la più giovane fra le 30 squadre partecipanti.

 La nostra selezione dei materiali in inglese dei media ucraini

I Reportage

«L’incontro dei rappresentanti dei “Quattro normanni” a Minsk non ha avuto risultati» – Livyi Bereg

«I bambini all’Est dell’Ucraina hanno bisogno dell’assistenza – UNICEF» – UNIAN

«L’Ucraina è un partner prezioso per la NATO – Vice del Segretario Generale dellа NATO Rose Gottemoeller» – UNIAN

”Guerra ibrida per la salute pubblica” – Business Ukraine

Opinioni e editoriali

“Tomahawk come argomento per il ritorno degli USA al Medio Oriente” – Business Ukraine

“Post Scriptum. I fiori postumi della liberazione dei visti” – il materiale di Sonia Koshkina, caporedattrice di Livy Bereh

I materiali analitici

“Il dibattito sull’identità nazione: Kyiv deve abbracciare la propria eredità multiculturale o ricercare una Ucraina più ucraina?” – Business Ukraine

“Doni dall’UE: i compiti del FMI e il lungo addio del governatore della Banca Nazionale Ucraina” – digest settimanale UNIAN

”Bancomat globale: come gli oligarchi russi riciclano soldi in Gran Bretagna” – The Day

”Nella ricerca di logica: come Poroshenko nomina la gente al potere” – The Day

”Momento decisivo per la trasmissione pubblica in Ucraina” – Hromadske International

”Esplosioni in metropolitana di San Pietroburgo: 5 fatti da sapere” – Hromadske International

“Cosa sappiamo sulle esecuzioni di gay in Cecenia” – Hromadske International

Foto principale: www.112.ua

Condividi sui social network

Twitter
Più notizie sul tema