Kyiv
,

Il premio internazionale aiuterà a difendere i diritti umani in Crimea

Il premio internazionale aiuterà a difendere i diritti umani in Crimea
Kyiv, il 01 giugno 2017.

Emil Kurbedinov, avvocato e difensore dei diritti umani in Crimea, ha ricevuto il premio dell’organizzazione internazionale per i diritti umani Front Line Defenders. La premiazione deve aiutare ai difensori dei diritti umani a svolgere le proprie attività in Crimea. Il premio rappresenta inoltre uno strumento per esercitare pressione internazionale sulla Federazione Russa perché rispetti i diritti umani.

Il premio al difensore dei diritti umani della Crimea
La Front Line Defenders tutela i diritti dei difensori che lavorano nelle condizioni in cui la loro vita, salute e libertà vengono minacciate. Questo è il primo premio ricevuto in Ucraina. “Questo premio è molto importante per tutti coloro che lavorano in Crimea. Non è un premio mio personale, bensì di tutti i difensori dei diritti umani e gli attivisti civili che lavorano sia qui che in Crimea, che non hanno paura di svolgere le proprie attività. Così danno un segnale molto forte non solo alle persone in Crimea ma anche a quelle in Russia – quello che si può e contro cui si deve lottare, usando metodi pacifici, in modo aperto e pubblicamente visibile,” ha detto Emil Kurbedinov in un briefing stampa presso l’Ukraine Crisis Media Center. “Per me e per i miei colleghi ciò significa un riconoscimento del nostro lavoro, nonché un segnale alla Russia sul fatto che le organizazzioni internazionali monitorano la situazione in Crimea, controllano il lavoro dei difensori dei diritti umani e sono al corrente delle persecuzioni che avvengono in Crimea,” ha aggiunto Kurbedinov.

Le persecuzioni di attivisti civili e difensori dei diritti umani in Crimea
Emil Kurbedinov ha fatto notare che la pressione sugli attivisti civili e sui difensori dei diritti umani in Crimea sta montando. Ha ricordato i casi di giornalisti, attivisti e difensori dei diritti umani arrestati e imprigionati. Alcuni casi sono ancora sotto esame, altri invece hanno già ottenuto il verdetto di condanna. Kurbedinov cita il caso dell’arresto di Nikolay Polozov, avvocato di Akhtem Chygoz, dopo che Polozov era intervenuto all’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa; racconta che anche lui stesso venne arrestato per 10 giorni a seguito delle accuse fabbricate. Sono diventati più frequenti i tentativi di svolgere i processi penali a porte chiuse motivando ciò con un alto livello d’instabilità sociale e politica così come con la minaccia terroristica. “Tali azioni violano il diritto internazionale e nazionale,” ha aggiunto il difensore dei diritti umani. Queste sedute in tribunale vengono comunque frequentate dagli attivisti, arrivando alle porte del tribunale. “I difensori dei diritti umani non cadono vittime di intimidazioni, al contrario si uniscono e continuano il proprio lavoro. Gli attivisti civili e i parenti dei prigionieri politici hanno cominciato a creare le proprie organizzazioni, come ‘La solidarietà crimeana’ (Krymska solidarnist) e la fondazione “I nostri bambini” che aiuta i bambini dei prigionieri politici,” ha raccontato Kurbedinov.

Secondo lui il servizio di sicurezza russo sta osservando attentamente le attività dei difensori dei diritti umani che difendono i prigionieri politici crimeani nella penisola e fuori. “Ha un certo impatto positivo sugli imprigionati e sulle azioni delle forze dell’ordine russe. […] Negli ultimi materiali che riguardano il prolungamento dell’arresto hanno citato le informazioni dai siti delle organizzazioni per la tutela dei diritti umani affermando che fuori dalla Russia queste persone sono state riconosciute come prigionieri politici, per questo non vanno rilasciate perché possono scappare,” ha raccontato Kurbedinov.

Emil Kurbedinov ha sottolineato che per tutti coloro che sono soggetti alle persecuzioni in Crimea è molto importante il sostegno da parte di giornalisti, difensori dei diritti umani e cittadini comuni dell’Ucraina continentale.

Condividi sui social network

Twitter
Più notizie sul tema