Cultura: la settimana in pillole. Il progetto artistico che mira a scoprire Bessarabia, i vincitori ucraini del Festival del cinema di Odesa

Cultura: la settimana in pillole. Il progetto artistico che mira a scoprire Bessarabia, i vincitori ucraini del Festival del cinema di Odesa

Il progetto artistico mira a scoprire la Bessarabia. Il Dipartimento artistico dell’Ukraine Crisis Media Center e l’iniziativa per le spedizioni culturologiche nelle regioni ucraine “DE NE DE” hanno avviato un progetto culturale per esplorare la Bessarabia “DE NE DE Pivden” (DE NE DE Sud). La Bessarabia è un area geografica che comprende le regioni ucraini di Odesa e Cernivtsi ed i territori della Moldova. Nel corso del progetto sarà esplorata la parte della Bessarabia nell’arco della regione di Odesa. È un’area transfrontaliera, di cui il contesto culturale locale è poco conosciuto anche dentro il Paese stesso. Durante la prima fase del progetto, gli artisti e i manager culturali hanno intenzione di esplorare la regione, nella seconda fase del progetto in cinque città della regione saranno realizzati dei progetti culturali. Tali manifestazioni riguarderanno eventi artistici negli spazi pubblici, la collaborazione con i musei storici locali e la formazione per gli artisti come, ad esempio, una masterclass sulla musica elettronica per i musicisti. Il team del progetto ha già fatto due visite, esplorando città come Bilgorod-Dnistrovsky, Izmail, Tatarbunary, Kilia, Katranka e Podilsk. Restate aggiornati sulle notizie del progetto tramite la pagina Facebook.

I filmi ucraini vincitori del Festival internazionale del cinema di Odesa. Come riportato precedentemente dall’UCMC, questa edizione del Festival internazionale del cinema di Odesa ha presentato agli spettatori un numero record dei film ucraini (48 per la precisione) che costituiscono quasi la metà del programma del festival. Il miglior film ucraino è “Dixie Land” di Roman Bondarchuk [trailer]. Il vincitore del concorso dei documentari europei è il regista ucraino Sergiy Bukovsky con il film “La parte principale” (The Leading Role) [trailer]. Il miglior corto nazionale è “La laurea del ‘97” di Pavlo Ostrikov [trailer] che è anche in gara al Locarno Festival ad agosto.

I premi speciali della giuria nazionale sono stati rilasciati al film “I vagabondanti” (“The Strayed”) di Arkadiy Nepytalyuk [trailer] e al corto “La Lilla” (Lilac) di Kateryna Gornostai [trailer]. Lo stesso “La Lilla” ha ottenuto il premio del FIPRESCI (la Federazione internazionale della stampa cinematografica) come miglior corto. Il lungomettragio ad aver ricevuto lo stesso riconoscimento è stato “Il livello del nero” (Black Level) di Arkadiy Nepytalyuk [teaser].

Foto: Izmail, FB @culturaldiplomacybetweentheregionsofukraine.

Condividi sui social network

Twitter
Più notizie sul tema