Kyiv
,

Rassegna della stampa ucraina dell’agosto 2017

Rassegna della stampa ucraina dell’agosto 2017

Situazione nella zona di combattimenti

La tregua “per l’inizio della scuola”. Il 25 agosto, nella zona dei combattimenti nell’est dell’Ucraina, è entrata in vigore la cosidetta tregua “per l’inizio della scuola”, negoziata in una conversazione telefonica fra il Presidente Poroshenko e i leader dei quattro Paesi del “gruppo Normandia”. Il comando dell’operazione antiterrorismo e l’Osce fanno notare che, dall’inizio della tregua, i militanti non hanno cessato gli attacchi anche se la loro l’intensità è diminuita. Così, nel primo giorno della tregua, i militanti hanno aperto il fuoco verso le posizioni ucraine 18 volte, ferendo due militari ucraini.

La popolazione civile sotto minaccia. Secondo i dati dell’Osce, dal 1 agosto 2017, 350 civili sono stati coinvolti nei combattimenti: 65 sono stati uccisi e 285 sono rimasti feriti. Di questi, mine e ordigni inesplosi hanno ucciso 28 civili e ne hanno feriti 65. Spesso, i villaggi vicino al fronte soffrono dalle azioni belliche. Ad esempio il 15 agosto, dopo un attacco d’artiglieria da parte dei militanti, un incendio si è propagato nel paesino di Verkhnyotoretske nella regione di Donetsk.

L’Osce. Secondo il primo vicecapo della Missione speciale di monitoraggio dell’Osce Alexander Hug, agli osservatori della missione è stata limitata la libertà di spostamento. Così, il 13 agosto, un rappresentante della cosidetta “LPR” ha minacciato di usare armi contro il gruppo, presso un punto di controllo attraverso la linea di contatto vicino a Stanytsia Luhanska. Tuttavia, il 19 agosto, l’Osce ha inaugurato la propria base a Stanytsia Luhanska in cui gli osservatori saranno presenti 24 ore su 24, pronti ad assolvere ai compiti assegnatigli.

L’incontro di Volker e Surkov. Il 21 agosto Vladislav Surkov, il consulente del presidente russo Putin, e Kurt Volker, il rappresentante speciale del Dipartimento di Stato degli USA per l’Ucraina, si sono incontrati a Minsk. L’incontro si è tenuto a porte chiuse.


La vita nelle “DPR” e “LPR”

La “DPR” si è rifiutata di scambiare i prigionieri in base alla formula ucraina. I rappresentanti della “DPR”, nel sottogruppo per gli affari umanitari ai negoziati di Minsk, si sono rifiutati di effettuare lo scambio dei prigionieri in base alla formula che è stata suggerita dalla parte ucraina. Questo lo ha comunicato, attraverso la propria pagina Facebook, la portavoce del rappresentante della “DPR” Denis Pushylin Viktoria Talakina. Secondo la rappresentante, la parte ucraina continua a separare le liste dei prigionieri in categorie. “La discussione nel sottogruppo per gli affari umanitari continua a vertere sulla sul concetto di ‘tutti per tutti’,” ha detto Talakina.


Come l’Ucraina ha festeggiato la Giornata dell’indipendenza

Al centro di Kyiv si è tenuta la “Marcia degli imbattibili” – un evento con la partecipazione dei parenti dei caduti nella guerra, a partire dai membri dei battaglioni volontari. A Kyiv ha avuto luogo una parata militare ufficiale per la Giornata dell’indipendenza. Vi hanno partecipato 4.500 militari ucraini, inclusi i veterani e gli attuali combattenti di guerra ucraini. Per la prima volta, nella storia dell’Ucraina indipendente, alla parata hanno preso parte anche i militari dei Paesi membri della NATO, tra i quali Regno Unito, Canada, Stati Uniti, Lituania, ecc. Inoltre sono stati presentati 70 modelli di veicoli e armi militari ucraini.

In occasione della festa dell’indipendenza ucraina l’UCMC ha scelto le 26 cifre che illustrano alcuni cambiamenti avvenuti nel Paese nell’arco dei 26 anni dell’indipendenza, scopriteli qui.


I diritti umani: le torture in Crimea, un appello all’Onu e i crimini contro i giornalisti

Le forze dell’ordine russe hanno torturato i due tatari crimeani arrestati dopo la perquisizione avvenuta il 10 agosto nel villaggio Novoklenove. Fra le torture vi è stato l’uso della corente elettrica contro i detenuti, comunica il coordinatore del Gruppo di contatto della Crimea per i diritti umani Abdureshyt Jepparov.

Il tataro crimeano condannato a 15 anni di carcere in Russia fa un appello all’Onu. Ruslan Zeytullayev, un tataro crimeano illegalmente imprigionato in Russia, ha inviato una lettera aperta all’Onu chiedendo che l’organizzazione continui a svolgere pressione sulla Mosca affinché liberi tutti i prigionieri politici ucraini e rispetti i diritti del popolo tataro crimeano.

I crimini contro i giornalisti. Nei primi sei mesi del 2017 sono state registrate 149 violazioni criminali contro i giornalisti. Questi sono i dati che la Procura generale ucraina ha presentato rispondendo alla domanda dell’Istituto per le informazioni di massa (Institute of Mass Information). Per il momento solo 14 casi sono stati inviati in tribunale.


Cultura: la mostra “Il Progetto Eneide” racconta il XX secolo ucraino attraverso la figura del cosacco Enea

A Kyiv è stato lanciato un grande progetto di arte visiva, al centro del quale vi è la figura dell’Enea – l’eroe del libro classico del XIX secolo dello scrittore ucraino Ivan Kotlyarevsky “Eneide”. Il poema è un’interpretazione di quella classica di Virgilio, nella quale Kotlyarevsky fa protagonisti dei cosacchi.

Il Progetto Eneide” presso il Museo nazionale d’arte unisce circa 200 artefatti fra cui illustrazioni, pittura, grafica, poster teatrali, animazione, materiali foto e video, così come libri. Le illustrazioni dell’Eneide di Kotlyarevsky più conosciute sono quelle dell’artista Anatoliy Bazylevych, del 1968. Spesso sono state definite come rivoluzionarie per il suo tempo. La mostra copre temporalmente dalla fine del XIX secolo a tutto il XX, non mostrando solamente la visione degli artisti ucraini e di quelli internazionali della figura di Enea e degli cosacchi in generale. La mostra esplora anche come l’aspetto visuale rispecchi il contesto storico e nazionale di un’epoca.

Il progetto è un esempio del partinerario delle gallerie private con i musei statali. Per la mostra sono stati usati elementi provenienti dai musei e dagli archivi di tutta l’Ucraina, così come da collezioni private.


La nostra selezione dei materiali in inglese dei media ucraini

I reportage

”Un’esplosione a Kyiv ferisce tre persone” – Hromadske International

”Gli Stati Uniti sostengono l’Ucraina – Tillerson” – UNIAN

Le opinioni

”La Giornata dell’dipendenza della Russia” – la colonna di Roman Tsymbalyuk per UNIAN

Il processo di Minsk non può fermare la guerra in Donbas – L’ex presidente ucraino Kravchuk” – UNIAN

I materiali analitici

”Che significa la visita nell’Ucraina del Capo del Pentagono” – Hromadske International

Condividi sui social network

Twitter
Più notizie sul tema