Body positive e post-verità: i poster di artisti grafici ucraini scelti per far parte del festival Graphic Matters

Body positive e post-verità: i poster di artisti grafici ucraini scelti per far parte del festival Graphic Matters

I poster degli artisti grafici ucraini Maria Kinovych, Mykola Kovalenko e Gennadiy Cerneha saranno presentati al festival di arte grafica Graphic Matters 2017 a Breda, nei Paesi Bassi.

Il festival considera il design grafico come un modo per raccontare i problemi sociali più gravi. Allo stesso modo la sezione “Speak Up!” (parla apertamente), nella quale saranno esposti i lavori degli ucraini, cerca di attirare l’attenzione sui cambiamenti della clima, sui diritti umani e al mondo della post-verità. Uno dei temi per le opere grafiche scelto dagli organizzatori saranno le politiche di Donald Trump in quanto discriminative verso certi gruppi di persone.

Il festival ha ricevuto più di 2,500 applicazioni da 90 Paesi per il concorso “Speak Up!”. Fra questi, sono stati scelti i 60 poster più significativi.

L’opera “Grow your own beauty” (Far crescere la tua bellezza) di Maria Kinovych riguarda il Body Positive, l’atteggiamento di approvazione verso il proprio corpo così come verso il diritto della donna di scegliere se eliminare i peli del corpo o meno.

Foto: telegraf.design. Il poster di Mykola Kovalenko e Gennadiy Cernega

Mykola Kovalenko e Gennadiy Cernega hanno dedicato il prorpio poster all’impatto dei media sull’opinione pubblica, illustrando il detto “fare l’elefante da una mosca” che significa esaggerare.

Il festival Graphic Matters 2017 si svolgerà per un mese, dal 22 settembre al 22 ottobre.

La foto principale: telegraf.design. Maria Kinovych “Grow your own beauty”.

Condividi sui social network

Twitter
I tag: