Kyiv
,

Il 55 per cento degli ucraini considera insufficiente la partecipazione delle donne in politica – i risultati del sondaggio

Kyiv, 01 novembre 2016.

L’atteggiamento degli ucraini verso la partecipazione delle donne alla vita politica del Paese è stato oggetto di un’indagine dell’organizzazione pubblica che si occupa di diritti delle donne. Nel corso della stessa si è cercato di trovare la risposta alla domanda se sia importante per gli ucraini che le donne siano più rappresentate nelle autorità statali, il perché di questa importanza e come raggiungere questo obiettivo.  

In Ucraina solo il 12 per cento delle donne partecipa alle decisioni politiche. Nell’UE la partecipazione delle donne è pari a 23 per cento. Per rimediare alla situazione, l’organizzazione pubblica ucraina “Zhinochyi consortsium Ucrainy” (Consorzio delle donne ucraine) ha lanciato un progetto per creare una lobby politica delle donne in Ucraina. Questo è stato riferito da Vira Porovska, direttrice del progetto, durante una conferenza stampa presso l’Ukraine Crisis Media Center. L’organizzazione dispone di 15 sedi in Ucraina e fa parte di un consorzio di 35 organizzazioni che si occupano di diritti delle donne. “Lavoreremo con i partiti per sostenere le donne così che vengano incluse nelle liste di partito, in questo modo le donne potranno rafforzarli e indirizzarli verso campagne elettorali di successo anche con le comunità, tenendo conto del fatto che sono loro a votare e che la loro influenza può essere difficilmente sovrastimata”, ha spiegato la Porovska.

Yulia Saveliev, coordinatrice dei programmi sulla parità di sessi dell’Organizzazione pubblica ucraina “Consorzio delle donne di Ucraina”, ha riferito che per capire come sia percepita la partecipazione delle donne in politica, sono state intervistate 4.000 persone in quattro regioni dell’Ucraina.

Perché le donne sono sotto-rappresentate nell’amministrazione pubblica

I risultati hanno dimostrato che gli ucraini sono insoddisfatti della rappresentanza delle donne in politica, che le comunità necessitano di liberarsi dagli stereotipi sul ruolo delle donne in politica e che le donne hanno bisogno di sostegno e delle risorse aggiuntive per favorire tale partecipazione. Il 55 per cento degli intervistati considera che partecipazione delle donne alla politica ucraina a livello nazionale – nel parlamento e nel governo – non sia sufficiente. Allo stesso tempo, la situazione a livello locale è un po’ diversa. “A livello di comunità regionali, urbane e rurali vi sono più donne. Il più ci si allontana dal centro, più il numero di donne prevale su quello di uomini,” ha precisato la Savelieva.

Tra le ragioni di tale situazione, il 47 per cento ritiene che gli stereotipi impediscano alle donne di avere la propria parola in politica, il 34 per cento ha risposto che la ragione sia dovuta alla riluttanza delle donne stesse e il 27 per cento la mancanza di risorse. Il 37 per cento degli uomini crede che le donne stesse non vogliano partecipare alla politica e il 23 per cento che la politica non sia un’occupazione per donne. Il 32 per cento delle donne ha evidenziato una mancanza di sostegno e di risorse come la ragione principale della bassa partecipazione delle donne in politica, mentre il 50 per cento fornisce come ragione la presenza di stereotipi. “Bisognerebbe generare un cambiamento delle percezioni, poiché sono proprio queste a dettare l’eventuale scelta degli ucraini. Dobbiamo costruire dei ponti con i partiti che promuovono i propri candidati, lavorare con le comunità per aiutare a liberarle dagli stereotipi e lavorare con le donne sostenendole con l’informazione così che si sentano più sicur3” – ha sottolineato Yulia Savelieva. “Quando alla carica di capo dell’amministrazione statale regionale di Kharkiv era stata nominata una donna, nei media sono apparsi i commenti pregiudizievoli circa il colore dei suoi capelli e la sua vita privata, invece di commenti sulla sua competenza professionale,” ha aggiunto la giornalista Olha Vesnyanka.

Perché aumentare la presenza delle donne nella vita politica è importante

“La presentanza delle donne nella vita politica dell’Ucraina potrebbe stimolare cambiamenti più ampi e più veloci”, ha spiegato la Porovska. Nel corso dell’indagine, il 57 per cento degli intervistati ha risposto di essere d’accordo che una maggiore partecipazione delle donne alla vita politica possa un segno di sviluppo democratico.

Lavorare con i partiti e gli elettori, invece di fissare le quote

Per far crescere la partecipazione delle donne in politica il 44 per cento degli intervistati ritiene necessario creare un’immagine positiva della donna di politica e il 41 per cento ritiene di incoraggiare i partiti a includere le donne nelle proprie liste, ha riportato Yulia Savelieva. Allo stesso tempo, la maggior parte degli intervistati non sostiene l’idea delle quote legislative per le donne nelle liste elettorali. Vira Porovska ha aggiunto che nella legge ucraina la quota è già stabilita al 30 per cento; ciononstante le donne costituiscono solo il 12 per cento dell’attuale composizione del Parlamento. Secondo la Porovska, il motivo è radicato nella mancanza di responsabilità verso il rispetto le regole e l’assenza di un meccanismo d’introduzione di tale quota.

Condividi sui social network

Twitter