Kyiv
,

Il team ucraino dei veterani della guerra parteciperà alla Marine Corps Marathon negli Stati Uniti

Kyiv, il 16 agosto 2017.

Dieci veterani ucraini della guerra nell’Ucraina orientale parteciperanno alla 42^ Marine Corps Marathon (la Maratona dei corpi marini) negli Stati Uniti il prossimo ottobre. La Maratona è un evento annuale internazionale, lanciato per la prima volta nel 1976 con lo scopo di reinserire i veterani nella vita civile e migliorare l’interazione fra i militari e i civili. Gli ucraini prenderanno parte alla maratona per la seconda volta. L’UCMC presenta i partecipanti del team ucraino ai lettori.

Il team ucraino

Quest’anno quattro partecipanti ucraini correranno la distanza di 42 chilometri: si tratta di Mykola Rudyk, Yegor Terekhov, Oleksandr Malanich e Oleksandr Chalapciy. Alla gara di 10 chilometri parteciperanno Dmytro Blokhin, Yuriy Ghibonchuk, Yuriy Dmytrenko, Pavlo Solokha, Artem Lukashuk e Yuriy Pysarchuk.

“Ho corso 10 chilometri con le protesi”

I dieci migliori partecipanti sono stati scelti tra le 200 persone che ne erano pronte. A capo del team dei veterani vi è Vadym Svyrydenko, un medico militare che ha perso tutti e quattro gli arti durante i combattimenti per Debaltseve nel febbraio 2015. L’anno scorso ha corso 10 chilometri alla maratona della fanteria marina.

“La riabilitazione attraverso lo sport è fondamentale,” così viene citato dal Canale 5 Svyrydenko, ora inviato del Presidente sulle questioni di riabilitazione dei veterani di guerra. “Ho corso 10 chilometri con le protesi. Allora abbiamo avuto il compito di correre e presentare l’Ucraina, raccontare che abbiamo combattimenti e feriti. Nonostante tutto ciò queste persone si presentano attivamente nello sport,” racconta il veterano.

Il problema non c’è, l’importante è l’atteggiamento

Tra i partecipanti del team ucraino c’è un combattente smobilitato di nome Yuriy. “Nel 2014 mi sono arruolato nel battaglione volontario. Subito dopo ho firmato il contratto con le Forze armate ucraine, prestavo servizio presso il 54° battaglione di ricognizione,” racconta Yuriy.

Dopo un anno e mezzo di servizio, Yuriy ha colpito una mina antiuomo vicino a Hnutove, la regione di Donetsk, e ha perso una gamba. Ha iniziato a fare sport in ospedale. Ora si sta preparando per la maratona dei marini sulla distanza di 10 chilometri.

“Il problema non c’è: è l’atteggiamento verso questo problema. L’ho presa con comprensione – non puoi cambiare niente. Tanti ragazzi dopo essere stati feriti mantengono un atteggiamento normale, continuano a vivere, non gli viene impedito di dedicarsi agli affari o creare una famiglia,” dice convinto il veterano.

Il team ucraino è sostenuto economicamente dai rappresentanti del settore privato e dalle organizzazioni internazionali caritative, tra cui la società Roshen possieduta da Petro Poroshenko, il Fondo internazionale ucraino-canadese per l’assistenza e il brand SvaStone.

Oltre a prendere parte alla corsa stessa, i veterani visiteranno il Pentagono e avranno la possibilità di comunicare con i colleghi veterani dagli Stati Uniti e da altri Paesi.

Condividi sui social network

Twitter
Più notizie sul tema