L’Ucraina sale di sette posti nella classifica “Doing Business 2020”

L’Ucraina sale di sette posti nella classifica “Doing Business 2020”
05 novembre 2019.

L’Ucraina sale alla 64˄ posizione nella classifica del più recente “Doing Business 2020” della Banca mondiale (World Bank), pubblicato il 24 ottobre scorso, che misura la facilità nel fare affari delle nazioni. Il Paese ha migliorato il suo risultato di sette punti rispetto all’anno precedente.

Cos’è la classifica “Doing Business”? “Doing Business 2020” è un rapporto annuale compilato dalla Banca mondiale; quest’anno giunge alla sua 17˄ edizione. La relazione valuta le norme regolatorie che favoriscono o limitano lo sviluppo delle attività imprenditoriali. Nel corso della ricerca vengono esaminati 190 Paesi attraverso 10 indicatori.

L’indice della facilità di fare affari è spesso preso in considerazione nel decidere sullo stanziamento degli investimenti in un certo Paese.

Secondo i dati della Banca mondiale presenti nel rapporto, in Ucraina sei indicatori sui 10 presi in considerazione hanno avuto uno sviluppo positivo. I dati analizzati sono al 1° maggio 2019.

Quali fattori hanno influito sulla classifica? L’Ucraina ha dimostrato il progresso maggiore negli indicatori relativi a “la protezione degli azionisti minoritari” (+27 punti) e a “l’ottenimento di un permesso di costruzione” (+10). L’illustrazione: il rapporto “Doing Business 2020”.   


Inoltre, l’Ucraina ha migliorato le sue posizioni riguardanti i seguenti indicatori: utilizzo di energia elettrica, commercio transfrontaliero, registrazione di proprietà immobiliari e accesso al credito.

Ancora richiedono il miglioramento gli ambiti dell’avvio d’impresa, l’esecuzione di contratti, il pagamento delle tasse e la risoluzione dell’insolvenza.

Un salto record per l’Ucraina. Il 64° posto è la posizione più alta che l’Ucraina abbia mai raggiunto nella classifica “Doing Business”. Nelle prime edizioni del rapporto lanciato nel 2006 l’Ucraina occupava le posizioni di coda, raggiungendo il risultato peggiore nel 2012 – dove si è trovata al 153° posto sui 183 che dell’epoca. È entrata tra i primi 100 Paesi solo nel 2015.

Tra il 2014 e il 2018 l’Ucraina ha migliorato il suo piazzamento di 24 posizioni. Nel 2019 è salita nella classifica dal 76° al 71° posto.

Il punteggio dei vicini. Il leader assoluto nell’edizione 2020 del “Doing Business” è la Nuova Zelanda; seguono Singapore e Hong Kong. Il 63° posto, un punto sopra l’Ucraina, è occupato dall’India, il 65° da Porto Rico. Tutti i vicini geografici dell’Ucraina hanno un punteggio più alto. La Russia è al 28° posto, la Polonia al 40°, la Belarus – al 49°, la Slovacchia al 45°, la Moldova al 48°, la Romania al 55° e l’Ungheria al 52°.

Il commento del Primo Ministro Honcharuk. Il Primo Ministro Oleksiy Honcharuk ha dichiarato: “L’ascesa dell’Ucraina nella classifica “Doing Business 2020” di sette punti è un risultato eloquente. Dà un segnale positivo sia agli imprenditori ucraini sia agli investitori stranieri.”

“Comunque siamo solo all’inizio e procediamo in questa direzione: tre giorni fa è entrata in vigore la legge sull’intensificazione delle attività di investimento, stiamo anche attivando i processi per favorire la deregolamentazione,” ha raccontato il Premier.

La foto principale: kyivcity.gov.ua

Condividi sui social network

Twitter
Più notizie sul tema