Kominternove è stato occupato dai militanti del 9° reggimento della fanteria meccanizzata del primo corpo armato delle Forze Armate della Federazione Russa, secondo la Direzione generale delle informazioni del Ministero della Difesa dell’Ucraina

Kominternove è stato occupato dai militanti del 9° reggimento della fanteria meccanizzata del primo corpo armato delle Forze Armate della Federazione Russa, secondo la Direzione generale delle informazioni del Ministero della Difesa dell’Ucraina
29 dicembre 2015.

Kyiv, il 29 dicembre 2015. Il 22 dicembre il 9° reggimento della fanteria meccanizzata del primo corpo armato delle Forze Armate della Federazione Russa, rafforzato dai mezzi blindati e dall’unità di mortaio di 82 mm, hanno occupato Kominternove, situato nella “zona grigia”.

I militanti hanno occupato la periferia occidentale e hanno iniziato l’installazione delle attrezzature di ingegneria e le fortificazioni così come hanno iniziato a minare la zona, ha detto Vadym Skibitskyi, rappresentante della Direzione generale del Ministero della Difesa dell’Ucraina in una conferenza stampa presso l’Ukraine Crisis Media Center.

Lui ha detto che dal punto di vista legale tali azioni non hanno violato gli accordi di Minsk, ma hanno avuto luogo giusto quando il gruppo di contatto trilaterale ha concordato un cessate il fuoco incondizionato nella zona dell’operazione contro il terrorismo. “L’occupazione volta ad avviare provocazioni, al fine di coinvolgere le truppe ucraine in combattimento e fornire la prova completa della presunta violazione degli accordi di Minsk da parte ucraina”, ha spiegato colonnello Anatoliy Bargylevych, rappresentante dello Stato Maggiore Generale di Ucraina. Lui ha aggiunto che la città non è di importanza strategica.

Colonnello Barhylevych ha detto che le truppe ucraine hanno rafforzato le attività di intelligence e hanno messo tutte le attrezzature in stato d’allerta, ma non hanno risposto alle provocazioni e si sono astenuti dalla risposta di combattimento. Hanno anche chiamato sul posto gli osservatori della Missione di monitoraggio speciale dell’OSCE (la SMM). Di conseguenza i militanti hanno dovuto ritirare una parte delle attrezzature e del personale dalla città. Allo stesso tempo, secondo i rapporti dell’intelligence, i militanti aumentano la loro presenza nel Kominternove con il pretesto dei civili. Questi “residenti pacifici” hanno anche fornito la testimonianza alla SMM dell’OSCE dicendo che “le truppe ucraine entravano nel paese ogni tanto”.

Skibitskyi ha osservato che le azioni provocatorie dei militanti hanno continuato il 27 dicembre. Un cecchino ha sparato anche sui rappresentanti della SMM dell’OSCE. I proiettili sono atterrati a distanza di 7-8 metri dagli osservatori. “Colonnello Rustam Yakubov della Federazione Russa aveva personalmente il controllo dell’operazione”, ha aggiunto il rappresentante dello Stato Maggiore. Alla data del 29 dicembre 80-100 militanti sono stati impiegati a Kominternove. Alcuni di loro continuano a presentarsi come civili.
I gruppi di militanti non sono stati impiegati in modo permanente a questa città in precedenza. Tuttavia la città era controllata dalle brigate mobili del 9° reggimento della fanteria meccanizzata del primo corpo armato. Secondo la legislazione ucraina, Kominternove fa parte dei distretti definiti delle regioni di Donetsk e Luhansk dove l’ordine speciale del autogoverno locale deve essere introdotto.

Condividi sui social network

Twitter