Kyiv
,

La maggior parte degli Ucraini sostiene l’adesione dell’Ucraina alla NATO

Kyiv, il 05 luglio 2017.

Secondo il sondaggio, la maggior parte degli Ucraini sostiene l’adesione dell’Ucraina alla NATO. Questi i risultati del sondaggio nazionale resi noti da Olexiy Sydorchuk, l’analista politico del Fondo “Iniziative democratiche” (“Demokratychni iniziatyvi”)  durante la conferenza stampa presso l’UCMC .

Le cifre che parlano da sole

Se nel giugno del 2017 in Ucraina ci fosse stato un referendum  per l’adesione alla NATO, il 69%  degli ucraini potrebbero sostenere questa ipotesi. Fra di loro, il 86% ritiene che la NATO può garantire la sicurezza dell’Ucraina. Hanno sostenuto l’alleanza militare con la Russia ed altri paesi della CSI solo il 6% degli intervistati. “La crescita del sostegno dell’adesione alla NATO è molto forte in Ucraina orientale e meridionale. Se prima nel Donbas si parlava di 1%, ora invece è il 24% “- ha detto Olexiy Haran, professore di scienze politiche presso l’Università Nazionale “Accademia Kyivo-Mohylianska”, Direttore scientifico del Fondo “Iniziative democratiche Ilko Kucheriv”.

Per saperne di più sulla NATO


Olexiy Sydorchuk ha riportato che per il 44% l’argomento principale degli Ucraini contro l’adesione dell’Ucraina nella NATO è la paura che questo porti l’Ucraina a partecipare alle operazioni militari della NATO.” È importante  organizzare la comunicazione in maniera efficiente in questa occasione  e la paura diminuirebbe di molto”  ha detto il signor Olexiy. Solo il 21% di Ucraini sanno come vengono prese le decisioni nella NATO, il 12% di essi credono che sono ben informati su ciò che è la NATO. Circa il 37% degli Ucraini vorrebbero sapere i concreti vantaggi per l’Ucraina nel caso dell´adesione all’Alleanza.

” Il cambio di  mentalità e il sostegno pubblico  dell’adesione dell’Ucraina alla NATO sono piuttosto valutazioni emotive della società ucraina, che cerca protezione dall’invasione russa. Questo non è, purtroppo, una scelta consapevole della società ucraina, […] basata sulle conoscenze”  ha detto Boris Tarasyuk, Deputato del Parlamento ucraino (fazione “Batkivschyna” (“Patria”), Vice capo della sottocommissione per il sostegno legislativo e il monitoraggio delle attività del servizio diplomatico del Comitato della Verkhovna Rada (Parlamento ucraino) dell’Ucraina per gli affari esteri.

Vladislav Yasnyuk, Consigliere del Vice Primo Ministro dell’Ucraina per l’integrazione europea ed euro-atlantica, ha detto che i mezzi  stanziati dallo Stato per il lavoro d´informazione sono insignificanti. “Stiamo lavorando per inserire nel  prossimo bilancio l’articolo speciale per il lavoro d’informazione”  ha aggiunto il signor Yasnyuk.

 

 

 

 

Condividi sui social network

Twitter
Più notizie sul tema