Cultura: Quali film ucraini sono stati premiati al festival “Molodist”?

Cultura: Quali film ucraini sono stati premiati al festival “Molodist”?
14 giugno 2019.

Tre cortometraggi ucraini sono stati premiati al Concorso nazionale del 48° Festival internazionale del cinema di Kyiv “Molodist”. La kermesse è considerata una rampa di lancio per i cinematografisti – in quanto la parte integrale del programma del concorso è incentrata esattamente sui corti studenteschi e sulle prime opere dei registi, di corta o lunga durata siano. Inoltre la rassegna dei film che partecipano al Concorso nazionale al Molodist rappresenta una certa “istantanea” di umori, temi e mezzi di espressione del giovane cinema ucraino. Quest’anno il miglior film del Concorso nazionale è stato nominato il corto “Nella gioia e nella gioia sola” (“In Joy”) di Maryna Roshchyna: il trailer. Si tratta di una storia contemporanea e urbana di una donna giovane che oscilla tra un suo bambino e un suo nuovo amore. Il film ha colpito la giuria “con la relazione fra la camera, la regista e l’argomento, che è molto sensibile”.

Una menzione speciale è stata data a un corto d’animazione “L’Amore” (“Deep Love”, il trailer) di Mykyta Lyskov che fra una settimana concorrà in competizione al Festival internazionale dei film d’animazione di Annecy (Francia). È la prima volta che un film ucraino viene scelto per il concorso del festival, il quale viene considerato uno dei principali eventi europei nell’ambito dell’animazione. Consultate il link per scoprire le date e le ore delle proiezioni ad Annecy in cui ci sarà anche “L’Amore”. Un’altra menzione speciale è stata assegnata al documentario “Il colore della facciata è blu” (“Facade Colour: Blue”) di Oleksiy Radynskyi, che tratta della lotta intrapresa per salvare il palazzo modernista detto “Il disco volante” (Tarilka) a Kyiv della comunità e dell’architetto del palazzo Florian Yuriyev contro il costruttore edilizio. Il film fa luce su un argomento attuale importante – l’anno scorso nonostante il dissenso del pubblico sono stati chiusi due cinema storici della città. Al momento il destino del cinema “Kyiv,” che quest’anno è stato anche il centro del festival, non è ancora certo.

Foto: Facebook Nikita Liskov. Un fotogramma dal film d’animazione “L’Amore”.

Condividi sui social network

Twitter
Più notizie sul tema