Vice direttore dell’Ukrenergo: Ci vorranno circa 4 giorni per riparare le linee elettriche e per ripristinare il loro funzionamento

Vice direttore dell’Ukrenergo: Ci vorranno circa 4 giorni per riparare le linee elettriche e per ripristinare il loro funzionamento
il 22 novembre 2015.

Kyiv, 22 novembre 2015. A partire dalla domenica 22 novembre, tutte e quattro linee elettriche, che forniscono l’energia per la penisola di Crimea e per una parte delle regioni di Kherson e di Mykolaiv, sono completamente disattivate. “Ieri, il 21 novembre, alle 23:20, due linee elettriche aeree a 330 kV – “Kakhovska-Ostrowska” e “Kakhovka-Dzhankoy” sono state contemporaneamente disconnesse a causa del danneggiamento e della caduta dei piloni delle linee elettriche. […] Ci vorranno circa 4 giorni per riparare le linee elettriche e per ripristinare il loro funzionamento “, ha informato Yuriy Kasich, il vice direttore della società elettrica nazionale “Ukrenergo” nel corso di una conferenza stampa presso l’Ukraine Crisis Media Center. Attualmente, le linee danneggiate sono state messe a terra; la direzione dei sistemi energetici “Dnipro” e “Meridionale” e sei squadre di riparazione con tutte le attrezzature necessarie sono arrivati ​​sul luogo dell’incidente.

Come ha ricordato Yuriy Kasich, le linee a 330 kV “Melitopol-Dzhankoy” e “Kahovka-Tytan” tra i sistemi energetici “Dripro” e quella della Crimea sono stati scollegati già il venerdì 20 novembre, alle 04:28. Inoltre, l’interruttore in aria della linea a 330 kV “Kahovka-Dzhankoy” è stato danneggiato durante la riparazione del corto circuito alla sottostazione “Kakhovska”.

“Tutti questi avvenimenti hanno causato la necessità di un’altro blocco di emergenza di due unità presso le centrali termiche “Prydniprovska” e “Vuhlehirska”, e, di conseguenza, della diminuzione di emergenza di carico di 500 MW alle centrali nucleari Zaporizhia e Sud Ucraina, ha detto Yuriy Kasich, e poi ha aggiunto che tale diminuzione del carico è molto pericoloso.”

L’energia elettrica è fornita in due zone della regione di Kherson dalla sottostazione “Tytan” attraverso il sistema energetico di riserva. Secondo Yuriy Kasich, attualmente un’alimentazione elettrica affidabile alle regioni di Kherson e di Mykolaiv e ai centri regionali è a rischio. Lo schema elettrico della sottostazione “Kakhovska” è estremamente inaffidabile a causa della disconnessione di una linea a 220 kV e delle due a 330 kV. “In caso della disconnessione di un elemento in più alla sottostazione “Kakhovska”, sono possibili i guasti a cascata, minacciando la regione di Kherson – sul circa il 50% della regione sarà tolta la corrente”, ha aggiunto Yuriy Kasich. Lui ha sottolineato che “il sistema energetico unitario dell’Ucraina è stato progettato in modo tale che sia impossibile separare da quello alcune zone, regioni o località.” Il danneggiamento delle linee elettriche in qualsiasi regione dell’Ucraina potrebbe influenzare l’affidabilità della fornitura della energia elettrica negli altri parti del paese.

Condividi sui social network

Twitter