Kyiv
,

NABU e SAP: sospetti sui alti funzionari ucraini

Kyiv, 24 aprile 2017.

Le autorità anti-corruzione, che sono stati create recentemente, continuano a lottare con la disonestà degli alti funzionari. Dopo il recente arresto del Capo del Servizio Statale fiscale Roman Nasirov, adesso tocca all’ex-deputato ucraino e Direttore di una delle più grandi fabbriche dell’Ucraina, Olexander Sorokin.

Gli investigatori dell’Ufficio Nazionale di anticorruzione dell’Ucraina (NABU) e i procuratori dell’Ufficio della Procura specializzata anticorruzione (SAP) hanno riportato di avere forti sospetti di corruzione sul direttore generale di un grosso impianto di arricchimento dei minerali, Olexander Sorokin. Attualmente si sta discutendo su come stabilire misure preventive nei suoi confronti. In precedenza, il 20 aprile erano gia tratti in arresto Mykola Martynenko e Serghiy Pereloma.

Di questo fatto è stato riportato durante un briefing presso l’UCMC dal direttore di NABU Artem Sytnyk, in cui è stato anche riportato che uno dei sospettati si trova attualmente all’estero “Ci sono cinque sospetti, la loro responsabilità è stata verificata sulla base delle prove raccolte. Il caso sarà presto trasferito alla corte. […] Si tratta di un furto di 17 milioni di dollari da un’impresa statale durante l’acquisto di uranio concentrato presso un produttore del Kazakistan a prezzi gonfiati, attraverso un’azienda-cuscinetto austriaca,” ha detto il signor Sytnyk.

Chi sono

Mykola Martynenko è un ex-deputato della Verkhovna Rada, il Parlamento dell’Ucraina, uno stretto collaboratore dell’ex primo ministro Arseniy Yatsenyuk. L’ex giornalista e deputato del Parlamento ucraino, Serhiy Leshchenko, ha svelato dei documenti secondo i quali Martynenko sarebbe stato accusato sia di riciclaggio di denaro sia di aver ricevuto tangenti da una procura in Svizzera e per questo ha dovuto consegnare il mandato.

Un’altro detenuto, Serghiy Pereloma è un ex-Capo del Consiglio di Sorveglianza “Impresa del porto di Odesa” – OPZ (una delle imprese chimiche pubbliche dell’Ucraina). Secondo la versione dell’indagine, Pereloma ha assicurato la sorveglianza fra la compagnia-intermediaria e  l’azienda Statale “Est-GZK” (DP “Est- GZK).Inoltre, attualmente, Pereloma è sospetto anche in altro caso della NABU riguardante i danni, causati alla OPZ, per una cifra pari a 205 mln hryvne.

Solo l’inizio?

Sono 50 su 300 casi che sono all’esame a NABU, tutti in circostanze simili. “Questa indagine dimostra ancora una volta che abbiamo un problema con le imprese statali. E ‘ uno schema abbastanza comune, perché era molto efficace per i corruttori. Le persone che lo sfruttano, avevano un’immunità, quindi non c’era alcun senso a cambiare il sistema. 50 su 300 casi che in esame presso la NABU riguardano proprio questi schemi. Si tratta di più di 80 miliardi di hryvne. Stanno superando anche le somme delle tranche che il Fondo monetario internazionale dà all’Ucraina”, – ha detto Artem Sytnyk.

I Casi contro altri alti funzionari
Oggi la NABU ha consegnato alla SAP un report di sospetto finale relativo al Capo del Comitato elettorale centrale dell’Ucraina Mykhailo Okhendovsky. Nel dicembre 2016 la NABU ha consegnato un’indagine preliminare a Okhendovsky. Okhendovsky è stato accusato di ricevere tangenti  di grandi dimensioni, da oltre 160 mila dollari. Dopo la consegna dell’avviso di granzia, Okhendovsky è riuscito a fuggire per non essere interrogato dalla NABU. Adesso gli inquirenti sono in attesa della decisione del procuratore a riguardo.
Nel frattempo, gli investigatori hanno ricevuto dal SAP il caso contro arricchimento illecito di Oleg Lyashko, leader del “Partito Radicale Oleg Lyashko.”  (“Radykalna Partia Oleg Lyashko”). Dall’Ufficio del Procuratore per l’anticorruzione è partito il caso sul arricchimento illecito, ma l’esame è stata appena presa in consegna. “Io non sono pronto a dire ciò che accade in questo caso” ha concluso il Direttore Artem Sytnyk.

Condividi sui social network

Twitter
Più notizie sul tema